Padovano Immobiliare - Detrazioni 50 e 65%

Detrazioni 50 e 65%

Detrazioni fiscali: i cittadini italiani hanno la possibilità di ottenere importati agevolazioni sui lavori di ristrutturazione della propria abitazione e sull'acquisto di nuovi mobili. Vediamo insieme tutte le informazioni relative a questa opportunità.

Partiamo dagli aspetti legislativi: il decreto legge n. 83 del 2012 ha aumentato la misura delle detrazioni per ristrutturazione al 50% (maggiore rispetto all'agevolazione ordinaria del 36%) e l'importo di spesa massima per beneficiarne: dai 48 mila euro precedenti a 96 mila euro.

La validità di tali agevolazioni era stata fissata inizialmente per le spese effettuate dal 26 giugno 2012 al 30 giugno 2013, ma è stata prorogata al 31 dicembre 2013 mediante il decreto legge 63/2013 per interventi su edifici privati o porzioni private di edifici, mentre per gli interventi su parti comuni di edifici condominiali, il termine è al 30 giugno 2014.

Detrazioni ristrutturazioni al 50%: interventi ammissibili

  • Tutte le spese legate a interventi che rientrano nelle categorie di manutenzione straordinaria, risanamento e restauro, o di ricostruzione in seguito a calamità;
  • Lavori per la rimozione delle barriere architettoniche o interventi di bonifica amianto, insieme a tutte le operazioni di modifica che hanno l'obiettivo di prevenire infortuni domestici, furti, scassi o aggressioni.
  • Lavori per l'adozione di misure antisismiche nelle zone 1 o 2: in questo caso le detrazioni arrivano al 65%.

Detrazioni 50% mobili e grandi elettrodomestici: informazioni

La detrazione è anche in questo caso al 50%, ma il bonus non può superare i 10 mila euro. Le agevolazioni sono state prorogate al 31 dicembre 2014. La detrazione dovrebbe scendere poi al 40% nel 2015, per poi tornare all'ordinario 36% nel 2016. 

Oggetto del bonus è l'acquisto di mobili e grandi elettrodomestici destinati all'arredo di fabbricati oggetto di interventi di ristrutturazione.